Spirulina

home / Zetastop - Prodotto / composizione / Spirulina

Newsletter

Seleziona il prodotto (i prodotti) di tuo interesse

Tieni premuto il tasto Ctrl (o Mela x Mac) per selezionare più prodotti

Spirulina: ingrediente naturale di Zetastop

Conosciuta da sempre nella medicina orientale per le sue numerose proprietà terapeutiche, era usata dalle popolazioni di tutti i continenti come importante e fondamentale alimento. I guerrieri Aztechi consideravano la spirulina, che cresceva selvatica nel lago Texcoco, come il segreto della loro forza.

Negli ultimi decenni, il ritorno delle alghe verdi azzurre come supplementi nutrizionali naturali è avvenuto in concomitanza con l’impoverimento sempre più accentuato dei terreni agricoli e dei cibi. Assieme all’inquinamento di aria, acqua e cibi, il crollo del potere nutritivo degli alimenti è la causa fondamentale dello sviluppo della tipica malattia moderna, la malattia degenerativa.
Le funzioni metaboliche, energetiche e immunitarie di un organismo malnutrito (e proprio di questo si tratta, paradossalmente, nelle opulente società dello spreco in cui viviamo) tendono progressivamente a degenerare. All’inizio i sintomi sono disturbi come ansia e depressione, stanchezza, invecchiamento precoce, influenze e raffreddori costanti, allergie, etc., ma con il tempo questi disturbi tendono a diventare gravi patologie degenerative (cardiopatie, tumori, Alzheimer, osteoartriti, etc.).

Una risposta convincente sembra essere quella dei “nutrient dense suoperfoods” (supercibi densi di nutrienti), cibi naturali che hanno mantenuto caratteristiche nutrizionali superiori.
Nell’ambito di questi supercibi che includono germogli, erbe di cereali, prodotti dell’alveare, etc. le alghe verdi azzurre occupano un posto di primaria importanza. Esse sono infatti, sin dall’inizio della vita su questa pianeta, la base di tutta la catena alimentare e forniscono dunque da sempre l’intero corredo nutrizionale a tutti gli organismi viventi superiori.

Le microalghe commestibili più diffuse sono spirulina, clorella e Klamath. Spirulina e clorella sono ottimi alimenti che contengono oltre 30 minerali e oligoelementi. Oltre ad essere la massima fonte di calcio, la spirulina contiene lo spettro completo di quei minerali traccia essenziali alla salute.
Oltre ad un alto contenuto proporzionale di vit. C e vit. E, la spirulina possiede il gruppo completo delle vitamine B in elevate quantità, tra cui il 200% del RDA di vitamina B12 in soli 1,5 grammi.

20 aminoacidi e 70% di proteine complete

La spirulina è l’unico cibo in assoluto che contiene tutti e venti gli aminoacidi. La proporzione dei suoi 8 aminoacidi essenziali è praticamente identica a quella ritenuta ottimale per il corpo umano, il che rende le sue proteine più assimilabili delle stesse proteine animali e rende i suoi aminoacidi efficaci precursori dei neurotrasmettitori. È anche per questo che la spirulina ha sempre dimostrato una straordinaria efficacia in tutte le problematiche neurologiche e neurodegenerative.

Antiossidanti

Oltre a numerosi pigmenti antiossidanti, la spirulina ha un elevatissmo contenuto di betacarotene, perfettamente assimilabile e potenziato da ben altri 14 carotenoidi (la ricerca scientifica ha ormai dimostrato che è solo l’insieme dei carotenoidi e non il betacarotene da solo ad avere efficacia antiossidante e immunostimolante).

Acidi grassi

La membrana cellulare della spirulina è un’ottima fonte di Omega-3 e Omega-6, quest’ultimo nella forma ottimale di GLA. È anche per questo che la spirulina contribuisce a ridurre i depositi dì colesterolo e trigliceridi e favorisce la salute del sistema nervoso e del sistema cardiocircolatorio.

Proprietà nutriterapiche dell’alga spirulina

Le proprietà nutriterapiche della spirulina derivano dall’insieme dei suoi numerosi nutrienti e soprattutto dallo loro perfetta sinergia che ne sviluppa esponenzialmente le proprietà di ciascuno. La ricerca scientifica ha ormai stabilito in maniera inequivocabile che per stare in salute occorre assumere non tanto grandi quantità di uno o pochi nutrienti, quanto piuttosto la più ampia sinergia nutrizionale, se possibile, da fonti naturali.

Oltre a ciò, non bisogna dimenticare il carattere selvatico della spirulina. I guaritori di tutte le culture tradizionali hanno sempre preferito utilizzare cibi e piante selvatiche raccolte sulle montagne.
Le piante selvatiche hanno più forza vitale e dunque più resistenza agli attacchi esterni. Gli insetti preferiscono gli alimenti coltivati a quelli selvatici e analogamente parassiti, virus e batteri che infettano il corpo umano penetrano più difficilmente in ambienti nutriti da cibi selvatici.

I benefici più comuni sperimentati da chi consuma regolarmente la spirulina vanno dall’aumento dell’energia e della vitalità fisica ad una maggiore lucidità mentale; dalla diminuzione radicale dello stress a veri e propri effetti antidepressivi; da un significativo potenziamento del sistema immunitario alla normalizzazione del metabolismo dei grassi; dalla diminuzione del peso ad un radicale ringiovanimento della pelle e di tutto l’organismo; dal miglioramento dell’Alzheimer a quello delle epatiti.

Da alcuni anni, importanti centri universitari nordamericani hanno iniziato a promuovere ricerche scientifiche mirate che hanno, in effetti, confermato gli effetti appena citati ad un livello terapeutico più profondo. Questi studi hanno dimostrato che la spirulina è probabilmente uno dei più potenti immunoregolatori. Essa riesce a ridurre rapidamente e in misura significativa i tassi di colesterolo ed i trigliceridi, può curare la quasi totalità dei traumi cerebrali curabili e costituisce uno dei più potenti antiossidanti conosciuti.

Componenti attivi principali nella spirulina

Oltre alla clorofilla, come tutte le alghe la spirulina contiene Protidi. È una delle più ricche fonti naturali di proteine (ne contiene circa il 70% del suo peso, mentre la soia ne contiene il 35% e la carne il 20%).
Le proteine della Spirulina sono complete e di grande valore biologico perché contengono gli otto amminoacidi essenziali (quelli che l’organismo non riesce a sintetizzare) in proporzione ottimale, oltre agli altri non essenziali.

Contiene lipidi (8% del suo peso), in gran parte costituiti da acidi grassi insaturi, come l’acido linoleico e in particolare l’acido gamma-linoleico: la spirulina è uno dei vegetali più ricchi di queste sostanze, validissime nella cura dell’arteriosclerosi.

Presenti i glucidi o idrati di carbonio (18%), fra i quali risalta per importanza un raro zucchero naturale: il ramnosio, che favorisce il metabolismo del glucosio ed esercita un effetto benefico sul diabete.

Contiene le vitamine A, del gruppo B, E ed H (biotina). Il suo contenuto rilevante di vitamina B12, maggiore anche di quello del fegato dei mammiferi, fa della Spirulina un alimento molto apprezzato da chi segue una stretta dieta vegetariana, priva cioè di uova e di latticini. Occorre però precisare che la vitamina B12 non si trova nell’alga propriamente detta ma in una varietà di batteri che in genere le si accompagnano.

Troviamo inoltre minerali e oligoelementi vari. È particolarmente ricca di ferro: 53 mg. in 100 g. di parte commestibile (la carne ne contiene da 2 a 3 mg. per 100 g. e il fegato 11 mg.).

Attività e impiego dell’alga spirulina

Grazie alla sua grande ricchezza di elementi nutritivi, la spirulina esercita un’azione assai benefica in molti casi e malattie. In dettaglio:

  • Diete dimagranti: il suo contenuto calorico piuttosto basso (360 calorie per 100 g.) rispetto al grande apporto di proteine e vitamine, fa della spirulina un ottimo integratore nelle diete dimagranti. Il suo uso contribuisce a mantenere l’equilibrio nutritivo nelle diete ipocaloriche, senza causare debolezza o esaurimento dovuto a denutrizione.
    Inoltre la ricchezza di fenilalamina, amminoacido essenziale presente in dosi piuttosto elevate, secondo alcuni ricercatori contribuisce a ridurre la sensazione di fame. Malattie che richiedono una dieta obbligata, come ad esempio il diabete, l’epatite o la pancreatite, in cui c’è il rischio che si producano carenze
  • Anemia: il notevole contenuto di ferro e di amminoacidi essenziali favorisce la sintesi dell’emoglobina, il principale elemento costituente dei globuli rossi. La spirulina viene perciò raccomandata alle donne in gravidanza
  • Stati di denutrizione, convalescenza ed esaurimento fisico: agisce come tonificante e ricostituente generale dell’organismo
  • Arteriosclerosi e sue complicazioni: angina pectoris, infarto del miocardio e ischemia arteriosa (mancanza di irrorazione sanguigna), che colpisce soprattutto le gambe. L’azione benefica della spirulina si sviluppa grazie alla sua ricchezza di acidi grassi insaturi, come l’acido linoleico e l’acido gamma-linolenico.