Naturdieta: esclusive formulazioni svizzere

en
0,00
SSL
info pagina
home / Zetastop / composizione / Ginkgo Biloba

Zetastop - Ginkgo Biloba

Ginkgo Biloba: ingrediente naturale di Zetastop

L’estratto secco delle foglie di ginkgo biloba è molto utilizzato nell’uomo, soprattutto nella senescenza. Le foglie di ginkgo includono infatti un molteplice assortimento di sostanze tra cui flavonoidi e terpenoidi.

L’uso di questo estratto riguarda in primo luogo le questioni connesse all’insufficienza cerebrale come perdita di memoria o deconcentrazione, vertigini o ronzii alle orecchie legati a disturbi vascolari e patologie vascolari periferiche.

La quercetina, che è il metabolica essenziale della frazione flavonoidica, ha indicato una valente attività antinflogistica dovuta alla diretta inibizione di molteplici cause iniziali dell’infiammazione. Limita, per esempio, sia la produzione che il rilascio di istamina e di altri fattori allergico-infiammatori.
La quercetina è anche un importante inibitore dell’aldoso-reduttasi, l’enzima responsabile della modificazione del glucosio in sorbitolo, glucide specificatamente implicato nell’insorgenza delle complicanze diabetiche.

Numerosi studi in vitro ed in vivo, riguardano l’efficacia dell’estratto di Ginkgo biloba nei riguardi di malattie secondarie ad insufficienza vascolare sia a livello cerebrale che periferico.
È stata anche manifestata un’azione conservativa contro i danni da ipossia cerebrale.

I flavonoidi si contaddistinguono anche per una notevole attività antiossidante che si contrappone efficacemente alla produzione di radicali liberi. I ginkgolidi, ed in particolare il gingkgolide B, sono noti oppositori del PAF (Platelet Aggregatiion Factor) che è un energico attivatore dell’aggregazione piastrinica, della degranulazione dei neutrofili e della produzione dei radicali dell’ossigeno. È stato palesato che i flavonoidi possono stimolare nell’uomo una distinta diminuzione della colesterolemia, della trigliceridemia e dei livelli plasmatici di beta lipoproteine.