Galega

Newsletter

Seleziona il prodotto (i prodotti) di tuo interesse

Tieni premuto il tasto Ctrl (o Mela x Mac) per selezionare più prodotti

Galega: ingrediente naturale di Wonderup

Habitat

La galega (Galega officinalis) cresce allo stato spontaneo in Europa, naturalizzata in Gran Bretagna. Quest’erba perenne è nativa del sud Europa e del Mediterraneo ed è largamente coltivata nei giardini in Inghilterra.
Appartenente alla famiglia N.O. Leguminosae Fabaceae (Leguminoseae in parte), è conosciuta con i nomi comuni di baravocce, lavamani, galbena, castracani, avanese, trina, chiappamosche, ruta di capra, sudda caprina e con quelli meno comuni di Herba ruta caprariae, Pestilenzkraut (tedesco).

È stata scelta come ingrediente in Wonderup perché i suoi principi attivi sono i flavonoidi, che vengono naturalmente captati dalle cellule dei recettori nelle ghiandole mammarie, portando così ad un aumento del volume del seno e ad un miglioramento della circolazione della ghiandola mammaria.

Caratteristiche e proprietà della Galega

Le principali caratteristiche e proprietà della galega sono elencate qui di seguito:

  • I flavonoidi donano alla galega la proprietà galattogena stimolatrice della secrezione lattea nelle puerpere (fino al 50% in più) per cui è tradizionalmente usata e conosciuta sin dall’antichità. Proprietà dovuta appunto ai derivati cumestanici: Medicagolo, Medicagolo-metiletere e alle saponine dalle quali deriva lo stimolo alla liberazione di prolattina. La galega officinalis non solo favorisce l’aumento della quantità del latte prodotto, ma anche la qualità, aumentando il contenuto delle sostanze nutrienti
  • Ipoglicemizzante e antidiabetica, riduce il tasso di zuccheri nel sangue. Il suo uso, perciò, è indicato nella cura del diabete mellito. Ovviamente non può rimpiazzare la terapia insulinica e deve essere usata dai diabetici solo sotto controllo medico
  • Diaforetica, agisce sul fegato e sui sistemi di disintossicazione grazie alla sua abilità di aumentare la sudorazione e promuovere l’eliminazione delle tossine attraverso la pelle. Usata anche per assistere il sistema immunitario per la sua abilità nello scacciare la febbre
  • Blando diuretico, agisce sul fegato e sui sistemi di disintossicazione grazie alla sua abilità di aumentare la secrezione di urina e l’escrezione di tossine attraverso l’urina.
Storia e curiosità della Galega

La galega, conosciuta negli antichi erbari come Herba rutae caprariae, è una pianta leguminosa che in tempi passati era molto usata per le sue proprietà daiforetiche contro le febbri maligne e la peste, da cui uno dei suoi nomi popolari tedeschi, Pestilenzkraut, erba della peste.

“Le foglie, raccolte appena la pianta sta per fiorire, e fatte seccare con l’aggiunta di acqua bollente, fanno un infuso che bevuto abbondantemente promuove la sudorazione ed è ottimo contro la febbre” (Tratto da L’Erbario Universale di Hill, 1832).

Era anche usata come rimedio per i vermi e raccomandata come cura per i morsi di serpente. Nel 1873 Gillet-Damitte, in una comunicazione all’Accademia Francese, affermò che questa pianta se data alle mucche aumentava la secrezione di latte dal 35% al 50% e da allora Cerisoli, Millbank e vari dottori francesi hanno confermato che la Galega è un potente galattogeno.

L’erba è ufficialmente registrata nel IV Formulario Nazionale accluso alla Farmacopea degli Stati Uniti.

È una della erbe sacre citate nel Dizionario tedesco dei nomi di piante di Marzell (Marzell, H., Wörterbuch der Deutschen Planzennamen, Liefrung 13, Leipzig. 1954), insieme con l’erba medica o alfa-alfa (Medicago sativa). In Francia era conosciuta in alcune località come Erba santa spagnola, in dialetto Gallo-italico come erba sacra selvaggia e in Germania come Ewigen Klee (everlasting clover - trifoglio perenne).

Il simbolismo popolare leggendario di queste piante a cui venivano attribuiti questi nomi deriva dalla credenza che fossero presenti nella stalla di Betlemme e sbocciarono in fiore quando il Cristo bambino fu posato sopra di loro così significando miracolosamente, come la stella di Betlemme, la sua divinità e il suo dominio sopra la natura.