Rosa Canina

home / WonderOver - Prodotto / composizione / Rosa Canina

Newsletter

Seleziona il prodotto (i prodotti) di tuo interesse

Tieni premuto il tasto Ctrl (o Mela x Mac) per selezionare più prodotti

Rosa Canina: ingrediente naturale di WonderOver

La parte più importante della pianta è rappresentata dai frutti detti cinorrodonti, che vengono raccolti tra settembre ed ottobre e sono ricchissimi di vitamina C (in 100 grammi di polpa se ne trovano fino a 3 grammi). L’alto contenuto di vitamina C e di altre vitamine (A, B1, B2, E, P, K, PP), rendono la rosa canina un ottimo vitaminizzante, molto adatto nei casi di affaticamento generale, negli stati di convalescenza, contro il raffreddore e le malattie virali, per combattere i radicali liberi e per migliorare le difese immunitarie.

La Rosa canina è ricca di vitamina C naturale, conosciuta anche con il nome di Acido Ascorbico. Essa non può essere sintetizzata direttamente dall’uomo, a differenza di quanto avviene con gli animali. Possiede la proprietà di combattere qualsiasi tipo di infezione; è un ottimo antiossidante ed accresce la possibilità di assorbimento di ferro e controlla il livello di colesterolo nel sangue.

Rende attiva la vitamina B9 (Acido Folico). Le persone anziane hanno grande necessità di vitamina C (perviene il cross-linking = indurimento progressivo). I fumatori dovrebbero sapere che ne consumano 25 milligrammi per ogni sigaretta. La Rosa Canina è un coadiuvante naturale per accrescere le difese immunitarie combattere tutti i tipi di infezioni a partire dal semplice raffreddore. È utilissima anche nelle ustioni perché facilita la formazione del tessuto connettivo.

  • Parte della pianta utilizzata: pseudofrutto con frutti (cinorrodonto)
  • Principi attivi e contenuti minimi FU: pseudofrutto: acido l-ascorbico (da un minimo dello 0,3, all’1,7%), pectine (15%), zuccheri (12%), tannini (2%), acidi organici (citrico, malico), carotenoidi, flavonoidi
  • Frutto: tocoferolo (0.6%), proteine (10%). Nell’olio ricavato dai frutti sono contenuti diversi acidi grassi poliinsaturi(8-10%).
Comportamento farmacologico e proprietà officinali

La Rosa Canina è in grado di sviluppare un’attività preventiva sulla cefalea vasomotoria e viene utilizzata nella prevenzione e nella terapia di stati febbrili, malattie da raffreddamento, malattie infettive e per accrescere le difese immunitarie in caso di esaurimento.

La vitamina C e le altre sostanze antiossidanti come i flavonoidi ed i carotenoidi presenti nel fitocomplesso, possono aiutare nei casi di aumentata attività ossidativa dovuta allo stress, al fumo, all’uso di bevande alcoliche, ad un insufficiente consumo di frutta e verdura fresca ed a rafforzare i sistemi ossido riduttivi.

L’attività anti infiammatoria dei principi attivi della Rosa Canina è connessa alla presenza del fattore vitaminico P costituito dai flavonoidi e dalla vitamina C ed è molto importante per l’attività capillare-protettrice poiché, sostenendo la rigenerazione dell’endotelio vasale, ne limita la permeabilità. Per questo motivo, la droga trova quindi utilizzo nelle turbe della microcircolazione come le gengivorragie e la cellulite.

La vitamina C viene di frequente distrutta dalle temperature elevate quindi, al fine di ottenerne il massimo rendimento terapeutico è preferibile l’impiego di preparazioni che non hanno subito trattamento con alte temperature. La vitamina C presente nella Rosa Canina agisce sinergicamente con le altre vitamine, facilitando l’assimilazione dei minerali e particolarmente del ferro.

La porzione più apprezzabile della pianta è rappresentata dal “frutto” detto cinorrodonte. Il concentrato totale del principio attivo viene acquisito dai cinorrodonti di rosa canina tramite estrazione a freddo al fine di evitare il deterioramento delle vitamine ivi contenute che sono termolabili.

La Rosa canina possiede un alto contenuto di vitamina C in misura fino a 50-100 volte maggiore rispetto agli agrumi tradizionali come le arance ed i limoni. Cento grammi di cinorrodonti racchiudono la medesima quantità di vitamina C o acido ascorbico contenuta in 1 chilo di agrumi. Se i principi attivi della Rosa Canina vengono utilizzati assieme ad altri fitoterapici, l’assorbimento di proprietà medicamentose di questi ultimi ne viene facilitato.

I principi attivi contenuti nei cinorrodonti della Rosa canina contengono bioflavonoidi, fitoestrogeni, tannini, pectine, carotenoidi, acidi organici e polifenoli. La Rosa Canina contiene il beta-cherotene o provitamina A ad attività antiossidante e antiradicali liberi che viene vivamente raccomandato a tutti coloro che vogliono prevenire rughe, invecchiamento della pelle ed eritemi solari. I bioflavonoidi presenti nelle nucleo e nella scorza di numerosi frutti, possiedono una condotta sinergica alla vitamina C, facilitandone l’assimilazione da parte dell’organismo.

I principi attivi della Rosa Canina hanno qualità vitaminizzanti, anti infiammatorie, antiallergeniche e regolarizzano la circolazione del sangue. Stimolano le difese immunitarie a livello respiratorio e sono un valido aiuto nelle flogosi acute che causano alterazioni delle mucose. La Rosa canina viene raccomandata per la cura di infiammazioni dei reni o della vescica.

La vitamina C viene frequentemente distrutta dalle temperatura elevate quindi, al fine di ottenerne il massimo rendimento terapeutico è preferibile l’impiego delle preparazioni che non hanno subito trattamento con alte temperature. La vitamina C presente nella Rosa Canina agisce sinergicamente con le altre vitamine, facilitando l’assimilazione dei minerali e particolarmente del ferro.

La porzione più apprezzabile della pianta è rappresentata dal “frutto” detto cinorrodonte. Il concentrato totale del principio attivo viene acquisito dai cinorrodonti di rosa canina tramite estrazione a freddo al fine di evitare il deterioramento delle vitamine ivi contenute che sono termolabili.

La Rosa canina possiede un alto contenuto di vitamina C in misura fino a 50-100 volte maggiore rispetto agli agrumi tradizionali come le arance ed i limoni. Cento grammi di cinorrodonti racchiudono la medesima quantità di vitamina C o acido ascorbico contenuta in 1 chilo di agrumi. Se i principi attivi della Rosa Canina vengono utilizzati assieme ad altri fitoterapici, l’assorbimento delle proprietà medicamentose di questi ultimi ne viene facilitato.

I principi attivi contenuti nei cinorrodonti della Rosa canina contengono bioflavonoidi, fitoestrogeni, tannini, pectine, carotenoidi, acidi organici e polifenoli. La Rosa Canina contiene il beta-cherotene o provitamina A ad attività antiossidante e antiradicali liberi che viene vivamente raccomandato a tutti coloro che vogliono prevenire rughe, invecchiamento della pelle ed eritemi solari. I bioflavonoidi presenti nelle nucleo e nella scorza di numerosi frutti, possiedono una condotta sinergica alla vitamina C, facilitandone l’assimilazione da parte dell’organismo.

I principi attivi della Rosa Canina hanno qualità vitaminizzanti, anti infiammatorie, antiallergeniche e regolarizzano la circolazione del sangue. Stimolano le difese immunitarie a livello respiratorio e sono un valido aiuto nelle flogosi acute che causano alterazioni delle mucose. La Rosa canina viene raccomandata per la cura di infiammazioni dei reni o della vescica.

Prevenzione con la Vitamina C contenuta nella Rosa Canina

È sperimentalmente dimostrato che nel soggetto adulto 1 grammo di vitamina C al giorno può fortificare il sistema immunitario poiché i linfociti T, unità biologiche presenti nel sangue e garanti della risposta immunitaria, contengono molta vitamina C ma tale quantità diminuisce notevolmente quando si è soggetti ad un attacco da parte di agenti patogeni o virus. La somministrazione di vitamina C conserva alta la quota di linfociti T e mantiene efficiente la loro attività in difesa dell’organismo.

Proprietà della Vitamina C presente nella Rosa Canina
  • Accresce le difese immunitarie e ha la proprietà di combattere qualsiasi tipo di infezione, a partire dal semplice raffreddore, fino all’influenza e a qualsiasi malattia virale
  • Aiuta a combattere lo stress
  • È un eccellente tonico per l’esaurimento e la stanchezza. Indicata nelle convalescenze
  • È un ottimo antiossidante. Esplica un’azione antitossica e antinquinamento. La Vitamina C è la vitamina purificatrice e disintossica dalle sostanze esterne tossiche
  • Controlla il livello di colesterolo nel sangue
  • Contribuisce anche alla produzione di emoglobina nel midollo osseo
  • Rende attiva la vitamina B9 (acido folico)
  • Le persone anziane hanno grande necessità di vitamina C (previene il cross-linking = indurimento progressivo)
  • Può agire come un antistaminico facendo funzionare meglio il cortisone naturalmente prodotto dal corpo
  • Aiuta nel guarire le ferite ed è utilissima anche nelle ustioni perché facilita la formazione del tessuto connettivo (aiuta a formare il collagene nel tessuto connettivo).