Naturdieta: esclusive formulazioni svizzere

Poterium Spinosum: composizione

en
0,00
SSL
info pagina
home / Poterium Spinosum / Composizione

Composizione del prodotto Poterium Spinosum

Finora sono stati isolati soprattutto tannini, glicosidi triterpenici, acido tormentino ed altri. Nelle radici e nella corteccia dei rami i tannini raggiungono una concentrazione piuttosto importante.
Il Poterium spinosum è una pianta medicinale ricca di principi attivi utili nel trattamento del diabete mellito con un’azione ipoglicemizzante nota da tempo ma raramente utilizzata a questo scopo.

Profilo botanico, fitochimico e farmacologico

  • POTERIUM SPINOSUM L. (1753) 1790
  • Divisione: Spermatophyta
  • Sottodivisione: Angiospermae
  • Classe: Magnoliopsida (Dicotyledones)
  • Sottoclasse: Rosidae (Choripetalae)
  • Gruppo di Ordini: Dialypetalae
  • Ordine: Rosales
  • Famiglia: Rosaceae
  • Sottofamiglia: Rosoideae
  • Genere: Poterium
  • Specie: Poterium spinosum (L.)
  • Sinonimi: Sarcopoterium spinosum (L.) Spach (1846)
  • Nome volgare: Spinaporci (Toscana)
  • Francese: Pimprenelle èpineuse.

Composizione e principi attivi

Sono stati isolati Tannini catechici ed ellagici, eptaidrossiflavani polimerizzati una sostanza insulinosimile e glicosidi triterpenici quali tormentoside e tormentillina. Dalla scorza della radice è stato isolato l’Acido tormentico e i suoi derivati (glicosidi esteri) quali:

  • 23-acido idrossitormentico-28-0-beta-Dglucopiranoside
  • 23-acido idrossitormentico
  • acido tormentico-28-0-beta-D-glucopiranoside = rosamultina.

Negli estratti della corteccia essiccata sono stati isolati glucoside, estere dell’acido 23-idrossitormenticoe estere di acido tormentino glucoside. La radice contiene inoltre tracce di cromo. Nelle radici e nella corteccia dei rami i tannini raggiungono la concentrazione del 6%.

Il triterpene acido tormentico è stato anche isolato nelle parti aeree della varietà Poterium ancistroides Desf., pianta medicinale similare utilizzata in Spagna per far diminuire i livelli glicemici e anche in Potentilla tormentilla Neck. È stato possibile isolare 1 e 2 anche dalla Sanguisorba minor (Poterium sanguisorba) ma non da Sanguisorba officinalis.

Gli estratti attivi ipoglicemizzanti della corteccia della radice non hanno influito sulla secrezione del glucosio attraverso i reni, dimostrando così che il meccanismo d’azione di questa corteccia è diverso da quello del phlorhizin. Parti utilizzate: si utilizza la corteccia della radice principale.

Scheda completa