Domande

Newsletter

Seleziona il prodotto (i prodotti) di tuo interesse

Tieni premuto il tasto Ctrl (o Mela x Mac) per selezionare più prodotti

Melatonina Composta: domande e risposte più frequenti

Che dose di Melatonina devo assumere? Si consiglia di assumere tre compresse da 1 mg a qualsiasi età. La melatonina non ha un valore quantitativo farmacologico ma serve solo a mettere a riposo la ghiandola pineale. Si consiglia solo di assumere due compresse nelle patologie nelle quali sia indicato un maggiore apporto di zinco e selenio. L'eccesso di melatonina viene eliminato durante la notte dai reni e si rinvieni nelle urine.

Quando devo cominciare ad assumere la Melatonina? In tutte le condizioni nelle quali si ambisca ad impedire le patologie legate ai disturbi dell'orologio biologico (la ghiandola pineale) e conseguentemente quelle alterazioni dei ritmi ormonali che sono strettamente connesse all'invecchiamento. Ovviamente si deve sempre assumerla nei casi di sintomi o disturbi che precedono sempre il manifestarsi delle malattie a qualsiasi età.

Esistono effetti collaterali dannosi o pericolosi dovuti all’assunzione della Melatonina? Non sono stati riportati effetti collaterali dannosi nei 20 anni durante i quali milioni di persone hanno assunto melatonina. Un grande numero di pubblicazioni scientifiche avvalorano l'innocuità e gli esiti benefici della melatonina.

A che ora debbo assumere la Melatonina? Alla sera all'ora di dormire tra le 22 e le 24. In nessuna circostanza, neppure quando si lavori di notte, modificare tali orari. La melatonina non è un sonnifero ma serve solo a conservare i ritmi biologici ormonali ed a sincronizzare il cervello sui ritmi biologici giorno-notte.

Perché qualche volta la Melatonina non fa dormire, si hanno risvegli di notturni, si fa fatica a riaddormentarsi? Significa semplicemente che se ne ha veramente necessità! Nelle persone anziane e nella moltitudine di persone che fa uso di sonniferi, ansiolitici, rilassanti, tranquillanti chimici anche da diversi anni, si devono aspettare settimane e alle volte dei mesi prima che la melatonina sia in grado di risincronizzare il cervello ai ritmi naturali biologici. Si deve perciò attendere e continuare ad assumerla evitando caffè ed alcolici alla sera e dormendo al buio. I centri regolatori dei ritmi ormonali devono ritornare gradualmente alla norma.

Può essere somministrata alla donna che utilizza contraccettivi orali o a quella che, in menopausa, attua la terapia sostitutiva ormonale? Nel caso della donna in menopausa, l'utilizzo della melatonina non solo elimina i disturbi della menopausa ma può perfino portare alla ripresa delle mestruazioni.

Data la sua azione come fattore stimolante la formazione di piastrine, la melatonina può essere utilizzata in quelle disfunzioni dove è presente una piastrinopenia (cirrosi, per esempio)? In questo caso la melatonina è assolutamente indispensabile. Stimola efficacemente il midollo osseo e serve egregiamente alla generazione di piastrine.