Mirtillo Nero

home / Lipodream - Prodotto / composizione / Mirtillo Nero

Newsletter

Seleziona il prodotto (i prodotti) di tuo interesse

Tieni premuto il tasto Ctrl (o Mela x Mac) per selezionare più prodotti

Mirtillo Nero: ingrediente naturale di Lipodream

I pigmenti antocianici del mirtillo (antocianosidi) svolgono le seguenti attività farmacologiche: rigenerazione della porpora visiva, protezione della tunica vasale arteriosa e venosa, aumento della resistenza capillare, protezione della permeabilità capillare, antiinfiammatoria, antiulcera, antiaggregante piastrinica, antiaterosclerotica.

L’azione vasoprotettiva ritenuta vitamino P-simile, si esplica specialmente a livello della microcircolazione ed è, per diversi aspetti, confrontabile con quella dei bioflavonoidi (che costituiscono appunto il complesso vitaminico P).
L’insieme delle azioni sopraelencate è difficilmente imputabile ad un unico meccanismo d’azione: senz’altro il mirtillo è capace di influenzare le strutture e le funzioni delle membrane cellulari mediante interazione con enzimi, con le pompe ioniche, di stimolare le sintesi dei mucopolisaccaridi, di controllare la sintesi endoteliale di sostanze prostaciclinosimili.

Recentemente sono stati indagati altri specifici meccanismi d’azione, spesso in comune con altri derivati polifenolici quali i tannini, dei quali è ricco il mirtillo e tra questi vanno sottolineati lo ione superossido, ritenuto responsabile di diversi processi patologici (in particolare danni da ischemia, diabete e cataratta).

Tale attività viene espletata dai derivati flavonici antocianici e tannici. L’attività inibitrice dell’aldosoreduttasi, che catalizza principalmente la riduzione da glucosi a sorbitolo causando nei soggetti iperglicemici un accumulo di sorbitolo nel cristallino, nei nervi, nella retina e nei reni e che è responsabile di una serie di complicazioni in tali distretti. Gli antocianosidi del mirtillo hanno dimostrato una notevole capacità di inibire tale enzima e la notevole sicurezza d’uso ne permette l’impiego a tempo indeterminato.

L’azione sull’epidermide

Aumento della resistenza capillare, protezione della permeabilità capillare ed azione antinfiammatoria. La capacità vasoprotettiva ritenuta vitamino P-simile, si esplica specialmente a livello della microcircolazione ed è, per diversi aspetti, confrontabile con quella dei bioflavonoidi. Il mirtillo è senz’altro capace di influenzare le strutture e le funzioni delle membrane cellulari mediante l’interazione con gli enzimi.