Newsletter

Seleziona il prodotto (i prodotti) di tuo interesse

Tieni premuto il tasto Ctrl (o Mela x Mac) per selezionare più prodotti

MSM: ingrediente di Lastevolution

MSM è una delle migliori fonti alimentari di zolfo. Si ritiene sovente che per l’uomo le più rilevanti fonti di zolfo siano gli aminoacidi sulfurei metionina e cisteina. In ogni modo, sin dalla scoperta del ciclo terrestre dello zolfo, siffatta teoria è più volte messa in discussione. Milioni di anni fa, le alghe degli oceani diedero inizio alla produzione di composti biologici solforosi semplici, che portarono alla generazione del MSM. Questa struttura di zolfo biologicamente attivo fu quasi certamente la più rilevante fonte di zolfo per il progresso di tutte le susseguenti forme di vita.

Questo può far pensare che le forme di vita più sviluppate sono state molto probabilmente pre-programmate geneticamente all’utilizzo del MSM come fonte di zolfo. Questo modo di pensare è ulteriormente avvalorato dalla scoperta che il MSM può essere assimilato da tutti gli esseri viventi sino ad ora considerati ed in dosi pressoché illimitate senza causare effetti nocivi. La stessa cosa non si può affermare per gli aminoacidi contenenti zolfo mietonina e cisteina, che possono essere assunti in minor misura dato che dosaggi superiori possono cagionare sgradite manifestazioni tossiche.

Difesa delle membrane umide

Sperimentazioni con il MSM contenente zolfo hanno documentato che dopo l’assimilazione il MSM si lega alle mucose. Il MSM si unisce con una condotta certa ai recettori localizzati nelle membrane delle mucose del tratto intestinale, di quello urogenitale e dell’apparato respiratorio creando in questo modo come una barriera fra l’ospite e l’ambiente. Ci sono numerosi effetti positivi sulla salute dovute a queste influenze naturali reciproche: gli allergeni ed i parassiti non possono unirsi alle mucose, le tossine vengono ossidate ed eliminati i radicali liberi.

Come può agire il MSM?

Insufficienze di zolfo biologico possono condurre, come conseguenza, ad una minore funzionalità ottimale di ciascuna cellula, di ogni tessuto e di ogni parte del corpo. Lo zolfo non organico viene scarsamente assimilato. È per questo motivo che lo zolfo biologico naturalmente attivo è molto importante per la buona condizione di ciascun organismo vivente. Il MSM è la fonte naturale di zolfo biologico. L’uso del MSM apporta i seguenti benefici.

Insufficienze di zolfo biologico possono condurre, come conseguenza, ad una minore funzionalità ottimale di ciascuna cellula, di ogni tessuto e di ogni parte del corpo. Lo zolfo non organico viene scarsamente assimilato. È per questo motivo che lo zolfo biologico naturalmente attivo è molto importante per la buona condizione di ciascun organismo vivente. Il MSM è la fonte naturale di zolfo biologico. L’uso del MSM apporta i seguenti benefici.

Esito sinergico

Il MSM è valutato come un valorizzatore della più parte di vitamine e di altre sostanze nutritive come la vitamina C, la A, D, E, tutte le vitamine del gruppo B, il coenzima Q10, gli aminoacidi, il selenio, il calcio, il magnesio e molte altre. Il MSM ottimizza la capacità di assimilazione di questi nutrienti e ne prolunga la durata. Il corpo può avvalersi più adeguatamente dei nutrienti e degli integratori alimentari.

Disintossicazione

È risaputo che il MSM è in grado di far eliminare molti composti organici ed inorganici. Il MSM reagisce con le tossine legandosi alle mucose, bloccandole e favorendone l’eliminazione. Il MSM accresce la permeabilità dei rivestimenti cellulari, favorendo l’assorbimento delle sostanze nutritive da parte delle cellule come pure la rimozione delle tossine. Molti operatori sanitari che si avvalgono del MSM possono confermare che esso è il più potente agente disintossicante, sia nutrizionale che farmaceutico, con il quale abbiano mai lavorato.

Patologie neurologiche

Il cervello è molto sensibile alle conseguenze dovute ai componenti nocivi come i metalli pesanti e composti organici. Molti di questi composti tendono ad agglomerarsi nelle cellule nervose dove sono in grado di provocare danni ossidativi. Gli effetti possono essere problemi neurologici come il morbo di Alzheimer ed il Parkinson. Il MSM è uno dei pochi antiossidanti che può oltrepassare agevolmente la barriera emato-encefalica. Impedisce e sana il danno ossidativo e risana l’elasticità e la permeabilità delle membrane cellulari. Questa attività consente alle cellule nervose di incominciare a rimuovere i prodotti da eliminare.

Allergie

Il MSM attenua i sintomi di un molte allergie, come quelle da contatto e da inalazione. La più importante qualità del MSM è quasi certamente dovuta alla sua capacità di legarsi alle mucose, formando in tal modo una barriera fra l’organismo e gli allergeni. Oltre a ciò, il MSM attenua le allergie per mezzo della disintossicazione, della rimozione dei radicali liberi e del miglioramento della permeabilità cellulare. È stata stabilita un’attinenza diretta fra il MSM utilizzato e l’opposizione agli allergeni. Alcuni ricercatori hanno osservato che il MSM svolge un’attività di inibitore istaminico tanto quanto i tradizionali antistaminici, essendo però privo dei loro effetti collaterali.

Il ruolo di MSM nel nostro organismo

MSM è un composto solido solubile in acqua, conosciuto anche come dimetil-sulfone, sulfonilbismetano e metil-sulfone, che si trova in natura: negli oceani, le alghe e varie forme di plancton assorbono grandi quantità di zolfo dall’acqua e le modificano in una struttura elementare, con legami organici. Al momento della loro morte, le particelle organiche delle alghe e degli organismi planctonici vengono scomposte mediante sviluppi enzimatici che originano DMS, ovvero dimetilsolfuro, un composto volatile e poco idrosolubile. Questi viene raccolto nella stratosfera, dove, per opera dei raggi ultravioletti, viene ossidato e convertito inizialmente in DMSO (dimetilsolfossido) e successivamnete in MSM (metil-sulfonil-metano).

Il corpo ha necessità di esso per la realizzazione di pressoché tutte le molecole vitali come gli enzimi, gli ormoni, gli amminoacidi, gli anticorpi e gli antiossidanti. Per il corpo è uno dei quattro minerali di base ed è partecipe in numerose delle sue principali attività e in sostanza in ogni cellula. Il sistema circolatorio di un uomo adulto esibisce per natura livelli di MSM pari a circa 0,2 mg./kg. Adulti sani espellono da 4 a 11 mg. di MSM al giorno mediante le urine.

Molteplici ricerche indicano che la concentrazione sistemica di MSM si abbassa, con l’andare degli anni, nei mammiferi, probabilmente a causa di cambiamenti metabolici o modifiche nelle consuetudini alimentari. Con l’insufficienza da zolfo, si riscontra l’irrigidimento dei tessuti muscolari e delle articolazioni, il raggrinzimento della pelle e la riduzione della plasticità dei tessuti polmonari e dei vasi sanguigni arteriosi. Oltre a ciò, termina il trasferimento delle informazioni genetiche mediante il tessuto connettivo molle, tanto che le infermità specifiche dell’età avanzata sono plausibilmente causate da una minor comunicazione fra le matrici ed i tessuti.

Le unghie ed i capelli sono composti per lo più da una proteina ad alto contenuto di zolfo detta cheratina.
I composti flessibili come quello connettivo e quello cartilagineo racchiudono proteine con legami di zolfo flessibili. Il collagene è la proteina che si riscontra in maggiore misura nel nostro corpo, come pure un costituente essenziale di tutti i tessuti connettivi. Esso provvede alla plasticità della pelle agendo sinergicamente con le strutture di un’altra proteina denominata elastina. Nella cartilagine, la glucosamina, la condroitina e i proteoglicani racchiudenti zolfo formano, unitamente al collagene, una sostanza proteica fibrosa che impianta la struttura del collagene medesimo e lo rende duttile.

Il metil-sulfonil-metano (MSM) è una fonte stabile, molto dotata per natura di zolfo organico. Lo zolfo è presente in quantità notevole nelle articolazioni dove è partecipe alla formazione di solfato di condroitina, della glucosamina e dell’acido ialuronico. Il MSM è determinante per la conservazione della robustezza e dell’integrità del tessuto connettivo e delle proteine ed attua un ruolo importantissimo nella difesa dell’ integrità dei legamenti e dell’elasticità del tessuto connettivo.

Invero, lo zolfo è il componente basilare dei glicosaminoglicani e di diversi componenti principali del tessuto cartilagineo. Siffatte sostanze danno forma ad una specie di gelatina protettiva che agisce da matrice per i tendini, la cartilagine, la pelle e le ossa.

Fra le attività che vengono conferite ad integratori di MSM ci sono quelle di antidolorifico, particolarmente nelle artriti, immuno regolatore nelle patologie autoimmuni, rigeneratore muscolare, coadiuvante per il sonno ed alla terapia antidiabetica. Un’indagine preliminare propone anche alcuni possibili esiti anti-cancro.

Molteplici ricerche hanno rivelato l’efficacia di un’integrazione nutrizionale di MSM nei casi di artrosi e di reumatismo. MSM è molto indicato nel bloccare le infiammazioni causate da risposte autoimmuni. Diversi studi hanno documentato che l’integrazione di MSM agevola nel diminuire considerevolmente le modificazioni degenerative e le infiammazioni a carico delle articolazioni.

MSM è altresì necessario in una notevole serie di risposte enzimatiche e ormonali ed anche per un appropriato funzionamento del sistema immunitario. Quando è riscontrabile nell’organismo in quantità adeguata, MSM sembra condensare attorno alle membrane delle mucose dove dà origine ad uno strato profilattico che limita gli effetti degli allergeni e dei contaminanti esterni. Studi avvalorano la tesi che l’assunzione di MSM è utile nei casi di asma e di allergia (alimentare, da contatto, da inalazione ed altro).

La caratteristica antiallergica di MSM sembra riportabile alla sua caratteristica di legarsi alla mucosa e di realizzare un collegamento naturale di difesa fra l’ospite e gli allergeni. Oltre a ciò, MSM riduce le allergie depurando l’organismo, rimuovendo i radicali liberi e potenziando la permeabilità delle cellule. È stata riscontrata un’attinenza diretta tra la concentrazione di MSM utilizzato e la resistenza agli allergeni. Più ricercatori hanno evidenziato che MSM, come inibitore della istamina, agisce perlomeno quanto gli antistaminici tradizionali, senza tuttavia presenziare gli stessi effetti collaterali degli antistaminici.

Alcune ricerche hanno documentato che molteplici forme di affezioni dermatologiche sono sovente connesse ad allergie e reagiscono positivamente ad un sistema dietetico integrato con MSM. È provato che l’assunzione di MSM per via orale è indicata contro l’acne, la rosacea a la pelle secca, squamosa o irritata. Se utilizzato localmente, nel formato di gel o lozione, MSM è valido nel trattamento di disturbi della pelle come acne, psoriasi, dermatite, eczema, forfora, scabbia, arrossamento da pannolino e diverse micosi. Persino le cicatrici originate da operazioni e scottature mostrano effetti positivi all’applicazione topica: la rimarginazione delle ferite si ritiene venga accelerata con MSM (in modo particolare se assunto con la vitamina C).

Un impiego regolare di MSM può agevolare nel conservare la buona condizione e l’aspetto piacevole del derma, delle unghie e della capigliatura: MSM è essenziale per la formazione della cheratina e del collagene.

MSM è considerato un costituente sinergico per la più parte delle vitamine e per molteplici nutrienti come la vitamina C, il coenzima Q10, tutte le vitamine del complesso B, la vitamina A, D ed E, gli aminoacidi, il selenio, il calcio, il magnesio, ecc.. MSM ottimizza il sostegno di tali nutrienti verso le cellule, allungandone la durata.

MSM è un’importante antiossidante, utilissimo nell’ostacolare e bloccare l’attività dei radicali liberi.
Come principale fornitore di zolfo, MSM è indispensabile per il regolare andamento delle naturali attività antiossidanti del nostro fisico. Nel rendere inefficaci i radicali liberi, il corpo umano si avvale di una molteplicità di sostanze organiche antiossidanti che comprendono aminoacidi solforati e che fanno discendere la propria configurazione ed attività biologica da legami allo zolfo. Oltre a ciò, MSM fornisce lo zolfo essenziale agli aminoacidi solforati (metionina, cisteina e taurina) considerati importanti antiossidanti.

Siamo a conoscenza che MSM si scompone in differenti composti organici e inorganici. Legato alle membrane umide, MSM reagisce con le tossine, concorrendo alla loro disattivazione e velocizzandone l’espulsione. Potenzia, inoltre, la permeabilità dei rivestimenti delle cellule, sostenendo in tal modo l’apporto di sostanze nutrizionali e la rimozione dei residui.

Non sussistono controindicazioni specifiche con l’assunzione di MSM: il tasso di tossicità di MSM è fra i più bassi conosciuti, similare a quello dell’acqua. Uno studio condotto per sei mesi dalla Oregon Health Sciences University sulla nocività a lungo termine di MSM, non ha appurato nessun effetto nocivo. Nell’ambito di questa ricerca, più di 12.000 individui ai quali sono stati distribuiti 2 grammi di MSM al giorno non hanno riscontrato alcun effetto collaterale. È stato altresì rilevato come l’effetto di MSM aumenti associandolo alla vitamina C.