Naturdieta: esclusive formulazioni svizzere

en
0,00
SSL
info pagina
home / Humor Donna / composizione / Iperico

Humor Donna - Iperico

Iperico: ingrediente naturale di Humor

L’iperico (Hypericum Perforatum) agisce sinergicamente sulla depressione mediante diversi procedimenti come il blocco delle monoaminoossidasi tipo A (MAO-A) e delle catecolo - metiltransferasi (COMT), che comporta un aumento dell’attività dei mediatori nervosi ad azione stimolante. Entrambe queste due azioni sono dovute alla quercitina, al suo aglicone altetraidroxantone producendo un marcato effetto antidepressivo.

L’iperico può intervenire contro l’eiaculazione precoce grazie alla possibilità che i suoi principi attivi hanno di inibire la ricaptazione di serotonina, noradrenalina e del GABA a livello sinaptico.
È altresì ormai comprovato che la prolungata presenza di questi mediatori a livello sinaptico si esplicita con un decisa attività antidepressiva. L’ipericina può insediarsi inoltre nei recettori della serotonina siti sui nuclei nervosi ricoprendo il ruolo, anche in questa situazione, di antidepressivo.

L’Hypericum perforatum L. è un’erba della quale si utilizzano le sommità fiorite; essa è provvista di azione antidepressiva e stabilizzante del tono dell’umore. I principi attivi sono composti dai derivati naftodiantronici detti “ipericine” che comprendono l’ipericina, la pseudoipericina, la ciclopseudoipericina, la isoipericina, la protoipericina.
Sono presenti anche flavonoidi glicosidi, biflavoni, procianidine felilpropani (in quantità modesta), acilfloroglucianoli, iperforina.

Impieghi clinici

L’azione antidepressiva dell’iperico è stata avvalorata da molteplici test effettuati sia con placebo che mediante comparazione con antidepressivi conosciuti come la sertralina, la laparoxetina e la fluoxetina.
I risultati sono stati così incoraggianti che in Germania l’iperico è stato approvato dalla farmacopea come metodo di cura dell’ansia e della depressione.

L’efficacia dell’iperico è paragonabile a quella della imipramina emaprotilina. È stata effettuata una metanalisi di 23 studi randomizzati con iperico che hanno coinvolto un totale di 1757 pazienti con depressione lieve e moderata.
La conclusione è stata che l’estratto di iperico, valutato dopo 2 - 4 settimane, è superiore al placebo ed efficace quanto gli antidepressivi classici.

Il meccanismo di azione di Hypericum perforatum è quello di inibizione del reuptake di serotonina a livello post sinaptico, di inibizione della captazione di norepinefrina e dopamina e di legame (in vitro) coi recettori del GABA (il GABA è acido butirrico amminico del gama ed è un neurotrasmettitore inibitorio).

Alle dosi terapeutiche non c’è inibizione delle MAO, (Inibitori delle Mono-Amino-Ossidasi, alzano i livelli plasmatici di serotonina, noradrenalina e dopamina inibendo le mono-amino-ossidasi, enzimi che riducono, attraverso un processo di ossidazione, la concentrazione ematica dei suddetti neurotrasmettitori), anche se l’ipericina in vitro le inibisce.

È riferita da alcuni autori una certa azione ipotensiva. Se ne sconsiglia l’uso in gravidanza, in assenza di studi specifici. Sono possibili reazioni di fotosensibilizzazione e di interferenza con i farmaci antiretrovirali per l’HIV.
L’iperico può interferire col metabolismo della carbamazepina, chinidina, calciantagonisti, losartan, steroidi, tamoxifene, taxolo, digossina, teofillina, cliclosporina, estroprogestinici, warfarin, fenitorina, tolbutamide, digossina.

Effetti ormonali

In particolare si determina un discreto aumento della produzione notturna di melatonina. Questa azione favorisce un sonno ristoratore e un miglior risveglio, senza ostacolare il sonno REM (Rapid eye movement è il “movimento rapido degli occhi” che ha luogo durante uno stadio del sonno durante il quale avviene la rielaborazione e la memorizzazione degli eventi del giorno).

Modulazione della liberazione di citochine

L’estratto di iperico limita la formazione di interleucina-6 capace di sostenere la liberazione di corticotropina, motivo sovente connesso a manifestazioni depressive. Esito calmante e rilassamento dell’ansia nervosa messa in relazione all’intervento di bioflavonoidi, iperforina, procianidine.