Condroitina Solfato

home / Evergreen - Prodotto / composizione / Condroitina Solfato

Newsletter

Seleziona il prodotto (i prodotti) di tuo interesse

Tieni premuto il tasto Ctrl (o Mela x Mac) per selezionare più prodotti

Condroitina solfato bovino: ingrediente di Evergreen

I costituenti fondamentali della cartilagine e dei tessuti connettivi in genere, vengono denominati glicosaminoglicani. Essi intervengono nella composizione della componente extracellulare fondamentale per l’elasticità la e lubrificazione delle articolazioni e quindi della loro mobilità.

La Condroitina Solfato A (CSA) e la Condroitina Solfato C (CSC) sono i due glicosaminoglicani indispensabili e sono altresì i componenti vitali di ogni tessuto che non sia il costituente di una cellula.
La CSA è uno dei costitutivi sostanziali della cartilagine, mentre la CSC è presente soprattutto nella cornea.

Questa sostanza sostiene una rilevante attività antinfiammatoria. Importanti ricerche hanno confermato che avvantaggia la risposta del sistema immunitario, favorendo la guarigione delle lesioni.
Ulteriori approfondimenti scientifici hanno riscontrato l’efficacia di questa sostanza nel risanare la cartilagine ed i tessuti connettivi, tonificando il corpo e ponendolo nelle condizioni migliori per automedicarsi ed anche di impedirne rotture.

La condroitina solfato attua un lavoro sinergico con la glucosamina, accrescendone l’effetto per la cura delle cartilagini. La sua particolarità strutturale, le permette di richiamare e fissare acqua in abbondanza, da lasciare nuovamente alle molecole proteoglicane. Questo liquido è indispensabile per sostenere e lubrificare le giunture, poichè la cartilagine non è irrorata dal sangue. La misura di condroitina solfato si riduce nelle cartilagini con il prosieguo degli anni.

La glucosammina e la condroitina solfato non si assorbono con l’alimentazione ma sono costituite dal corpo umano. L’assunzione di queste principi mediante integratori come Evergreen, permette un loro immediato utilizzo. Si può usufruire della glucosammina e della condroitina solfato nella cura delle osteoartriti e come prevenzione e trattamento delle problematiche osteoarticolari determinate da svariate attività sportive che determinano una ragguardevole attività articolare ed una eccitazione fisica da appesantimento dei muscoli.

La glucosammina e la condroitina solfato mettono in atto un sostegno ed una protezione adeguata, evitando il logoramento della cartilagine e favorendone la composizione tramite la sintesi di glicosaminoglicani nelle parti articolari danneggiate.

Studi tossicologici

Studi tossicologici sul Condroitinsolfato hanno documentato che non esiste nessun effetto di tossicità confermando che l’integrazione con Condroitina solfato come quella formulata in Evergreen è sicura. Solamente in caso di sovradosaggio possono manifestarsi nausea o dissenteria.

Cartilagini articolari e sviluppi degenerativi

Condroitina solfato e acido jaluronico sono necessari all’organismo ed al corretto funzionamento delle cartilagini articolari, considerato che sono i componenti fondamentali degli aggrecani, che sono proteine in grado di conferire alla cartilagine delle articolazioni le sue peculiari caratteristiche di alleggerimento ai colpi, in funzione di una prominente proprietà modificativa.

Nelle stadi degenerativi delle giunture, si possono rilevare diminuzioni delle generazione di aggrecani, proteine che assecondano il manifestarsi di minor duttilità della cartilagine.
Il condroitinsolfato è efficace nel ridurre le concentrazioni delle collagenasi, composti proteici in grado di eliminare le strutture del collagene.

Una ricerca recente ha avvalorato un eccellente miglioramento fisico grazie all’integrazione di condroitin solfato come quello di Evergreen nelle persone con disturbi alle articolazioni.
La condroitina solfato ha la possibilità di segnalare agli enzimi di bloccare l’invio di sostanze nutritive alle cartilagini, facilitando in questa modo il loro funzionamento naturale. L’assimilazione in contemporanea di glucosammina, come quella formulata in Evergreen, favorisce un valido sinergismo funzionale.