Naturdieta

Esclusive formulazioni svizzere !

Rimedi e ricette svizzere

Formulazioni esclusive

Rimedi e ricette svizzere: formulazioni esclusive

In oltre 20 anni, Wonderup S.a.g.l. con i prodotti naturali della propria linea Naturdieta, è cresciuta costantemen-
te raccogliendo le sfide del mercato e offrendosi come punto di riferimento nel settore degli integratori e della cosmesi naturale, grazie a formule sicure ed efficaci derivanti da una consolidata esperienza e dalla conti-
nua attività di ricerca [continua ...]

Comunicazione importante: da leggere con attenzione

Tutti i nostri prodotti sono notificati e inclusi nel Registro Degli Integratori dell’Ente Sanitario Preposto al Controllo.

Versione Italiana English Version Seleziona la Versione
Scegli la Versione

Compila il form sottostante: potrai rimanere aggiornato su tutti i nostri prodotti. Attenzione: tutti i campi sono obbligatori. Grazie per la collaborazione.

Dati anagrafici
Scelta argomento/i
Codice di verifica
Cambia immagine Inserisci qui sotto il codice
Invia / Cancella dati inseriti

Preferisci parlare direttamente con noi? Contattaci ai seguenti recapiti:

  • Tel. (CH): (+41) 91.64.74.883
  • Cellulare Vodafone (+39) 349.75.44.328
  • Cellulare Tim (+39) 333.19.83.462
  • Cellulare Orange (+41) 076.56.04.883
  • Fax (CH): (+41) 91.64.74.884
  • E-mail: info@naturdieta.com
  • Skype naturdieta1
  • Windows Messenger nuovomondo56@live.it
stai visitando: home » prodotti » Zetastop » composizione » liquirizia (Pag.1) » liquirizia (Pag. 4)
Liquirizia - Pag. 4

Zetastop:

Liquirizia: ingrediente naturale di Zetastop

Liquirizia: ingrediente naturale di ZetastopEntrando nel dettaglio, la liquirizia viene utilizzata per problemi delle vie respiratorie come bronchite, tosse secca e asma. In quest’area essa agisce come i rimedi mucillaginosi o come gli espettoranti rilassanti. È particolarmente indicata per gli stati infiammatori, sia da sola che insieme ad altri rimedi e possiede la peculiare capacità di facilitare gli effetti delle altre piante.

Come antinfiammatorio è indicata anche per infiammazioni a livello gastrointestinale come ulcere, gastriti e malattie infiammatorie dell’intestin e stati infiammatori cronici come artrite e psoriasi.
È probabilmente più nutritiva del ginseng e questa caratteristica, insieme alle proprietà idratanti e lenitive, la rende un ottimo rimedio per convalescenti. La pianta può essere utilizzata per crampi mestruali cronici e per alleviare i sintomi della menopausa.
L’attività epatoprotettiva abbinata a quella tonificante ne suggerisce l’utilizzo all’interno di terapie per epatiti di tipo virale caratterizzate spesso da indebolimento.

Ultimamente è stato scoperto che le radici della liquirizia sono dotate di complessi biologicamente attivi. L’estratto derivato dalla radice è ottimo per contrastare i microrganismi che si trovano nel cibo: in seguito potrebbe sostituire i conservanti chimici che si usano attualmente.

Questa scoperta è stata pubblicata sulla rubrica “Antimicrobical Agents and Cheemiotherapy” ed è stata portata avanti da una società giapponese di nome Higashimaru Shoyu. La liquirizia in realtà era usata già da secoli come medicina per le sue facoltà medicamentose, ma non per le caratteristiche che sono state scoperte.
I composti biologicamente attivi che la liquirizia possiede sono in grado di contrastare fino a 17 tipi di microrganismi diversi che rendono il cibo velenoso. L’estratto non riesce però a contrastare i batteri gram negativi e i funghi mentre è efficace contro i batteri gram positivi.

Effetti antivirali

La liquirizia: dimostrata l’efficacia nei confronti di diverse tipologie di infezioni viraliFin dagli anni ’80 l’efficacia dei principi attivi presenti nella liquirizia è stata dimostrata nei confronti di diverse tipologie di infezioni virali. Recenti studi condotti su animali hanno dimostrato che gli effetti antivirali possono essere indiretti e almeno in parte dovuti alla stimolazione della produzione di interferone da parte delle cellule tumorali.
Quando cellule tumorali di topo venivano esposte al virus dell’influenza, il 100% delle cellule trattate con glicirrizina sopravvivevano, mentre quelle non trattate andavano in contro a morte.

Il trasferimento delle cellule trattate conferiva maggiore resistenza alle infezioni da virus Herpes simplex. Effetti antivirali diretti sono stati dimostrati in studi condotti in vitro: la glicirrizina inibisce la formazione di placche virali per tre tipi di ceppi di encefalite giapponese ed inoltre si mostra efficace anche nell’inibire la replicazione in vitro del virus della varicella-zoster. Presenta attività antivirale nei confronti del virus umano dell’immunodeficienza (HIV).

La glicirrizina blocca la formazione delle placche e l’espressione di antigeni specifici dell’HIV e in studi successivi la glicirrizina solfato si è dimostrata quattro volte più efficace della glicirrizina nell’inibire la trascrittasi inversa dell’HIV.

Composti fenolici isolati della liquirizia come la licopiranocumarina inibiscono l’attività citopatica dell’HIV di colture cellulari. Studi di laboratorio condotti principalmente in Giappone nel 1992, hanno dimostrato l’efficacia della glicirrizina nel trattamento delle epatiti virali di tipo A, B e C.
Numerosi studi clinici condotti sull’uomo indicano effetti positivi della glicirrizina sull’epatite virale. Terapie combinate di interferone e glicirrizina aumentano le funzionalità epatiche in pazienti affetti da epatite C.

Concept by Webattuale
© 2012 Wonderup Sagl - Tutti i diritti sono riservati | xhtml | css | webmaster | guida al sito |