Naturdieta

Esclusive formulazioni svizzere !

Rimedi e ricette svizzere

Formulazioni esclusive

Rimedi e ricette svizzere: formulazioni esclusive

In oltre 20 anni, Wonderup S.a.g.l. con i prodotti naturali della propria linea Naturdieta, è cresciuta costantemen-
te raccogliendo le sfide del mercato e offrendosi come punto di riferimento nel settore degli integratori e della cosmesi naturale, grazie a formule sicure ed efficaci derivanti da una consolidata esperienza e dalla conti-
nua attività di ricerca [continua ...]

Comunicazione importante: da leggere con attenzione

Tutti i nostri prodotti sono notificati e inclusi nel Registro Degli Integratori dell’Ente Sanitario Preposto al Controllo.

Versione Italiana English Version Seleziona la Versione
Scegli la Versione

Compila il form sottostante: potrai rimanere aggiornato su tutti i nostri prodotti. Attenzione: tutti i campi sono obbligatori. Grazie per la collaborazione.

Dati anagrafici
Scelta argomento/i
Codice di verifica
Cambia immagine Inserisci qui sotto il codice
Invia / Cancella dati inseriti

Preferisci parlare direttamente con noi? Contattaci ai seguenti recapiti:

  • Tel. (CH): (+41) 91.64.74.883
  • Cellulare Vodafone (+39) 349.75.44.328
  • Cellulare Tim (+39) 333.19.83.462
  • Cellulare Orange (+41) 076.56.04.883
  • Fax (CH): (+41) 91.64.74.884
  • E-mail: info@naturdieta.com
  • Skype naturdieta1
  • Windows Messenger nuovomondo56@live.it
stai visitando: home » prodotti » Ron Ron » composizione » cardo mariano (Pag. 1) » cardo mariano (Pag. 2)
Cardo M. - Pag. 2

Ron Ron:

Cardo Mariano (Silybum marianum): ingred. di Ron Ron

Cardo Mariano (Silybum marianum): ingrediente naturale di Ron RonAgisce come antiossidante, con un controllo del danno da radicali liberi molto maggiore che la vitamina E. La silibina, che si trova nel Cardo Mariano, stimola l’attività di un enzima, il Super Oxide Dismutase (SOD), che agisce come spazzino dei radicali liberi molto più potente della Vitamina E.
In presenza della silibinina, meno glutathione, un enzima che riduce l’ossidazione, è usato nei tessuti, il che risulta in una minore diminuzione di gluthatione. Il glutathione riduce l’attività dei radicali liberi, non solo nel fegato, ma in tutto il corpo. Il Cardo Mariano inibisce l’enzima lipoxigenase prevenendo la formazione di leucotrieni, componenti responsabili di infiammazioni.

Galattogeno, stimola la produzione di latte materno nelle puerpere, allevia i crampi e i dolori mestruali, cura i mal di testa associati al ciclo mestruale, riequilibra gli ormoni femminili (estrogeni), effetto emolliente nel curare la pleurite, antiemorragico (conosciuto fin dall’antichità per questa proprietà), depurativo (purifica il sangue e il fegato), diuretico (facilita l’eliminazione do tossine attraverso l’urina), febbrifugo (scaccia la febbre), antispasmodico (preveine i crampi muscolari).

Le foglie hanno soprattutto proprietà aperitive. Il cardo mariano viene anche usato come componente aromatica e aperitiva per la preparazione di liquori. Stimola l’appetito e favorisce la digestione.

Precauzioni d’uso del cardo mariano

Può avere un blando effetto lassativo dovuto alla stimolazione della cistifellea, ma questo effetto dura solo due o tre giorni e poi scompare.

In cucina

Cardo Mariano (Silybum marianum): come utilizzarlo in cucinaErba da usare in insalate e come verdura cotta (ha un sapore simile agli spinaci), in passato era spesso coltivato nei giardini: i gambi possono essere mangiati e sono saporiti e nutrienti, mentre le foglie tenere possono essere gustate in insalata. Le cime fiorite erano in passato bollite e mangiate, come le punte di asparagi.

Il cardo mariano è un vero dono della natura perché è sia cibo che medicina. In primavera, i germogli possono essere bolliti e mangiati come cavoli e le foglie tenere possono essere aggiunte alle insalate. In autunno, i semi sono il cibo preferito per i cardellini e un medicinale importante per gli uomini.

Storia e tradizione

Considerato un ottimo stimolatore del latte materno da inserire nella dieta per le puerpere. Si pensava avesse proprietà curative contro i morsi da serpente. Portato intorno al collo proteggeva da morsi di serpente. I frutti erano usati per curare l’idrofobia.

Applicato esternamente, si diceva fosse benefico in casi di cancro. La pianta giovane e tenera può essere bollita e mangiata in primavera come purificatore del sangue. I frutti sono stati usati per molti anni per una varietà di condizioni e malattie sorpattutto del fegato. Tuttavia, l’uso medicinale della pianta, tranne che come semplice amaro, fu praticamente interrotto all’inizio del ventesimo secolo.

Plinio, il naturalista romano del secolo I d.C., affermò che la pianta era ottima per scaricare la bile, ripristinando così la funzione del fegato. Era usato dalle puerpere europee per aumentare il loro latte materno. Le chiazze bianche sulle foglie rappresentano gocce del latte della Vergine Maria cadute mentre allattava il bambin Gesù. Da qui il nome Mariano.

Concept by Webattuale
© 2012 Wonderup Sagl - Tutti i diritti sono riservati | xhtml | css | webmaster | guida al sito |