Naturdieta

Esclusive formulazioni svizzere !

Rimedi e ricette svizzere

Formulazioni esclusive

Rimedi e ricette svizzere: formulazioni esclusive

In oltre 20 anni, Wonderup S.a.g.l. con i prodotti naturali della propria linea Naturdieta, è cresciuta costantemen-
te raccogliendo le sfide del mercato e offrendosi come punto di riferimento nel settore degli integratori e della cosmesi naturale, grazie a formule sicure ed efficaci derivanti da una consolidata esperienza e dalla conti-
nua attività di ricerca [continua ...]

Comunicazione importante: da leggere con attenzione

Tutti i nostri prodotti sono notificati e inclusi nel Registro Degli Integratori dell’Ente Sanitario Preposto al Controllo.

Versione Italiana English Version Seleziona la Versione
Scegli la Versione

Compila il form sottostante: potrai rimanere aggiornato su tutti i nostri prodotti. Attenzione: tutti i campi sono obbligatori. Grazie per la collaborazione.

Dati anagrafici
Scelta argomento/i
Codice di verifica
Cambia immagine Inserisci qui sotto il codice
Invia / Cancella dati inseriti

Preferisci parlare direttamente con noi? Contattaci ai seguenti recapiti:

  • Tel. (CH): (+41) 91.64.74.883
  • Cellulare Vodafone (+39) 349.75.44.328
  • Cellulare Tim (+39) 333.19.83.462
  • Cellulare Orange (+41) 076.56.04.883
  • Fax (CH): (+41) 91.64.74.884
  • E-mail: info@naturdieta.com
  • Skype naturdieta1
  • Windows Messenger nuovomondo56@live.it
stai visitando: home » prodotti » Humor » contro fame nervosa » Prodotto (Pag. 3)
Prodotto - Pag. 3

Humor:

Contro la fame nervosa

Ricerca di “calmanti” naturali

A livello mentale, una buona tazzina di caffè dona una spinta eccitanteOgnuno di noi avvicina, a livello mentale, una buona tazzina di caffè alla spinta eccitante che la sostanza può donarci grazie all’alcaloide in essa contenuto ma non è sempre senza ecce-
zione la connessione tra il principio attivo presente in un alimento ed il comportamento biologico dello stesso e neppure così immediato.

Chi tra noi, a causa di un’influenza o di sintomi da raffreddamento, non è ricorso naturalmente alla antica prescrizione della nonna che consisteva in latte caldo con miele e cognac? Probabilmente non ne conosciamo sino in fondo la ragione del processo biochimico di queste sostanze ma il latte ci tranquillizza con il suo contenuto in triptofano, il brandy ci espande i vasi sanguigni facendo fluire il sangue più rapidamente, il miele ci dona il vigore che ci è venuto meno, addolcito con un pò di confortante serotonina e la fluidità dell’insieme agevola una più celere depurazione.

Nella medesima condizione, un piatto di wurstel con patate ci farebbe venire i brividi. Disponiamo quindi di una struttura di valutazione e controllo automatico e connaturato che ci permette di rifocillarci sempre ed unicamente di ciò che volontariamente desideriamo?
Sfortunatamente, come abbiamo già potuto notare, in parecchie circostanze nelle quali nostri stati d’animo sono drogati non è sempre in questo modo poiché vi sono molte situazioni nelle quali si verifica l’esatto opposto. Ciò nonostante, la richiesta istintiva di serotonina è uno dei prodotti della nostra mente più frequenti ed è utile considerarlo.

La serotonina viene sintetizzata al 90% nell’intestino in rapporto all’assorbimento di un aminoacido suo anticipato-
re detto triptofano. Solamente un 3% della serotonina generata agisce a livello cerebrale con la funzione di neurotrasmettitore.
Gli effetti della seratonina sul cervello sono rilevantiGli effetti della serotonina sul cervello sono rilevanti poichè ha la capacità di indurre il senso di sazietà, facilitare il sonno, stabilizzare l’umore agendo come antidepressivo naturale.

Essendo un aminoacido, il triptofano è contenuto in tutti gli alimenti proteici ma la possibilità che riesca a superare la barriera ematoencefalica (è simile ad un filtro che ha fondamentalmente un’attività di salvaguardia del tessuto cerebrale da sostanze nocive (p. es. chimiche) presenti nel sangue, permettendo comunque il transito di parti utili alle attività metaboliche) è connessa al fatto che sia assunto con piccole o nulle dosi di altre proteine, poichè ha accesso al cervello tramite un recettore comune e non riesce ad andare oltre se quello specifico recettore è già utilizzato.

Mangiando dei carboidrati con poche proteine come potrebbe essere un bel piatto di pasta, che racchiude le proteine del glutine o una scodella di latte con limitate quantità di caseina, il triptofano è capace di superare la barriera e riesce a conseguire i risultati richiesti convertendosi in serotonina.

Non ci dobbiamo quindi meravigliare se un piatto di pastasciutta ci cambia l’umore tranquillizzandoci più di un’insalata perché con l’assimilazione si innesca un’attività biochimica precisa della quale necessita tener conto. Non scordiamoci che, a causa della esistente coesione tra mente e corpo, è pensabile che la distensione raggiunta con l’assunzione di pane, focaccia, pasta ... rimanga salda nella nostra funzione mnemonica in maniera più profonda, tanto da muoverci a ricercare ancora a posteriori questa sollievo serotoninico.

Concept by Webattuale
© 2012 Wonderup Sagl - Tutti i diritti sono riservati | xhtml | css | webmaster | guida al sito |