Naturdieta

Esclusive formulazioni svizzere !

Rimedi e ricette svizzere

Formulazioni esclusive

Rimedi e ricette svizzere: formulazioni esclusive

In oltre 20 anni, Wonderup S.a.g.l. con i prodotti naturali della propria linea Naturdieta, è cresciuta costantemen-
te raccogliendo le sfide del mercato e offrendosi come punto di riferimento nel settore degli integratori e della cosmesi naturale, grazie a formule sicure ed efficaci derivanti da una consolidata esperienza e dalla conti-
nua attività di ricerca [continua ...]

Comunicazione importante: da leggere con attenzione

Tutti i nostri prodotti sono notificati e inclusi nel Registro Degli Integratori dell’Ente Sanitario Preposto al Controllo.

Versione Italiana English Version Seleziona la Versione
Scegli la Versione

Compila il form sottostante: potrai rimanere aggiornato su tutti i nostri prodotti. Attenzione: tutti i campi sono obbligatori. Grazie per la collaborazione.

Dati anagrafici
Scelta argomento/i
Codice di verifica
Cambia immagine Inserisci qui sotto il codice
Invia / Cancella dati inseriti

Preferisci parlare direttamente con noi? Contattaci ai seguenti recapiti:

  • Tel. (CH): (+41) 91.64.74.883
  • Cellulare Vodafone (+39) 349.75.44.328
  • Cellulare Tim (+39) 333.19.83.462
  • Cellulare Orange (+41) 076.56.04.883
  • Fax (CH): (+41) 91.64.74.884
  • E-mail: info@naturdieta.com
  • Skype naturdieta1
  • Windows Messenger nuovomondo56@live.it
stai visitando: home » prodotti » E > Micra » composizione » salice (Pag. 1)
Salice - Pag. 1

E > Micra:

Salice: ingrediente naturale di E > Micra

Salice: ingrediente naturale di E > MicraLa corteccia del salice (Salix alba) ed i suoi derivati vengono impiegati come anti infiammatori, antireumatici, antipiretici, anticefalalgici, perchè inibiscono particolar-
mente le cicloossigenasi e la consequen-
ziale sintesi delle prostaglandine respon-
sabili della febbre, del dolore e dell’infiam-
mazione.

L’odierna fitoterapia ci permette di usufruire scientificamente di estratti secchi di corteccia di Salice con una quantità definita e ripetuta in principi attivi (salicina). Questo è il solo modo per ottenere un riscontro effettivo alla terapia senza incontrare rischi.

La posologia segnalata può cambiare in base alla patologia da curare ed al bisogno del singolo utilizzatore ma è indispensabile far riferimento alla concentrazione dell’estratto; solitamente basta assumere una dose uguale a 60 - 120 mg. di salicina al giorno.

Contrariamente all’acido acetilsalicilico, l’estratto di salice è solitamente meglio sopportato a livello gastrico, poichè i glucosidi operano al modo di una struttura di principio attivo a rilascio lento, che viene quindi liberato e messo in azione, mediante idrolisi ed ossidazione, unicamente dopo l’assorbimento a livello enterico.

I polifenoli, anch’essi presenti nell’estratto, esercitano sicuramente un’attività protettrice sulla mucosa.
Per capire meglio il meccanismo d’azione del Salice è bene collocare questo componente nel contesto delle piante medicamentose contenenti glucosidi. Esse sono molteplici ed fanno parte di varietà e categorie diverse.

il Salice possiede attività medicamentose antidolorifiche, febbrifughe ed antireumatiche. Per quanto concerne le interazioni farmacologiche, si ipotizza un’alterazione della cinetica di alcuni farmaci, benché nella bibliografia scientifica attuale non siano messi in evidenza dati certi, può risultare importante l’azione combinata con certune categorie di sedativi.

Acido Salicilico e Salicilati meccanismo d’azione

I Salicilici bloccano la biosintesi delle prostaglandine (PG), prostacicline e trombossano (TXA) mediante l’arresto dell’attività dell’enzima prostaglandina H sintetasi (PGHS). Tale composto proteico è rappresentato da due isoforme (In biochimica, si definisce isoforma proteica o, più comunemente, isoforma una delle versioni di una stessa proteina), note con il nome di COX-1 e COX-2.

Le COX-1 sono presenti in numerosi tipi di cellule, fra le quali le piastrine, che sono responsabili di risposte immediate come 1’omeostasi renale, gastrica e vasale. Il loro arresto a livello piastrinico, risulta essere inconvertibile, per cui si genera il blocco della biosintesi di TXA (sostanza proaggregante e vasocostrittrice).

Concept by Webattuale
© 2012 Wonderup Sagl - Tutti i diritti sono riservati | xhtml | css | webmaster | guida al sito |