Naturdieta

Esclusive formulazioni svizzere !

Rimedi e ricette svizzere

Formulazioni esclusive

Rimedi e ricette svizzere: formulazioni esclusive

In oltre 20 anni, Wonderup S.a.g.l. con i prodotti naturali della propria linea Naturdieta, è cresciuta costantemen-
te raccogliendo le sfide del mercato e offrendosi come punto di riferimento nel settore degli integratori e della cosmesi naturale, grazie a formule sicure ed efficaci derivanti da una consolidata esperienza e dalla conti-
nua attività di ricerca [continua ...]

Comunicazione importante: da leggere con attenzione

Tutti i nostri prodotti sono notificati e inclusi nel Registro Degli Integratori dell’Ente Sanitario Preposto al Controllo.

Versione Italiana English Version Seleziona la Versione
Scegli la Versione

Compila il form sottostante: potrai rimanere aggiornato su tutti i nostri prodotti. Attenzione: tutti i campi sono obbligatori. Grazie per la collaborazione.

Dati anagrafici
Scelta argomento/i
Codice di verifica
Cambia immagine Inserisci qui sotto il codice
Invia / Cancella dati inseriti

Preferisci parlare direttamente con noi? Contattaci ai seguenti recapiti:

  • Tel. (CH): (+41) 91.64.74.883
  • Cellulare Vodafone (+39) 349.75.44.328
  • Cellulare Tim (+39) 333.19.83.462
  • Cellulare Orange (+41) 076.56.04.883
  • Fax (CH): (+41) 91.64.74.884
  • E-mail: info@naturdieta.com
  • Skype naturdieta1
  • Windows Messenger nuovomondo56@live.it
stai visitando: home » prodotti » WonderOver » composizione » biancospino (Pag. 1)
Biancospino - Pag. 1

WonderOver:

Biancospino: ingrediente naturale di WonderOver

Biancospino (Crataegus oxyacantha): ingrediente di WonderOverL’attività essenziale del Biancospino (Cratae-
gus oxyacantha) è a livello del sistema cardiocircolatorio con un provato miglioramen-
to della sopportazione all’affaticamento. Espli-
ca un’azione sui recettori beta-andrenergici (come agonista parziale). Essi sono “interruttori” posti sulla membrana cellulare.

A questo recettore si legano due neurotrasmettitori, l’adrenalina e la noradrenalina, mediante inibizione della fosfodiesterasi (sostanza che accelera una particolare reazione chimica), alla quale segue un aumento del tasso intracellulare di AMP ciclico (l’AMP ciclico (adenosina monofosfato ciclico), o cAMP è un metabolita delle cellule prodotto grazie all’enzima adenilato ciclasi a partire dall’ATP).

È un importante “secondo messaggero” coinvolto nei meccanismi di trasduzione del segnale all’interno delle cellule viventi in risposta a vari stimoli, come quelli indotti dagli ormoni glucagone o adrenalina, che non sono in grado di attraversare la membrana cellulare.
La sua principale funzione consiste nell’attivazione della protein-chinasi per regolare il passaggio transmembrana di calcio attraverso i canali ionici, legato, a sua volta, ad un aumento degli ioni calcio liberi). È stata pure dimostrata una azione sedativa sul sistema nervoso centrale.

L’azione ansiolitica e miorilassante del biancospino (Crataegus oxycantha L.) si riscontra con un comportamento determinato sull’eccitabilità del sistema nervoso. I principi attivi contenuti nella pianta attenuano l’insonnia, il senso di angoscia e le vertigini.
Il biancospino è ben accettato dall’organismo e non mostra nessun esito secondario. È ricco in flavonoidi, che sono il 2% circa del peso del vegetale secco e di proantocianidoli, 3% del peso della pianta secca. Questo arbusto è dotato di una notevole affinità nei riguardi del cuore, dovuta specialmente ai flavonoidi e ai proantocianidoli.

Questo riscontro sembra dover essere attribuito specialmente ai tannini e ai flavonoidi vigenti in questa pianta, dato che è stato comprovato che questi procurano sedazione e accrescono il sonno.
Decisamente importante è la possibilità che il biancospino possiede di bloccare i radicali liberi. Grazie alla sua azione, l’ossidazione delle LDL, che sono le particelle di colesterolo che sono solite collocarsi nella parete dei vasi sanguigni in seguito alla loro ossidazione, viene notevolmente diminuita.

Il biancospino appartiene alla famiglia delle rosacee, delle quali si utilizzano le sommità fiorite e le foglie. I principi attivi contenuti sono soprattutto flavonoidi (iperoside, vitexina-2”-ramnoside), glicosilflavoni, procianidine, triterpeni pentaci-
clici (acido ursolico, acido crategolico, acido oleanolico, acido acantolico, acido neo-tegolico). Il titolo in flavonoidi della droga dovrebbe percentualmente essere di almeno lo 0,7%.

Concept by Webattuale
© 2012 Wonderup Sagl - Tutti i diritti sono riservati | xhtml | css | webmaster | guida al sito |